0

Siediti

Ora veniamo ad uno degli aspetti più difficili del matrimonio.

Mi rendo conto che è un atto contronatura ma se non vuoi divorziare dopo due settimane ci devi provare.

Entra nel bagno e chiudi la porta a chiave, le prime volte può aiutare a concentrarsi.

Siedititi comodamente sulla tazza nella posizione a te più comoda..

Cerca di rilassarti.

Puoi, ad esempio, contere le bottigliette di cosmetici di tua moglie che circondano il bordo della vasca. Ne potrai approfittare per spostare la tua crema da barba lasciata diordinatamente sulla mensola.

Non è detto che tu ci debba riuscire al primo tentativo ma vederai che prima o poi ce la farai.

Alla fine anche tu sarai in grado di urinare da seduto.

Questa posizione sarà in grado di farti risparmiare decine di migliaia di euro in parcelle di avocati e ti permetterà una vita tranquilla e serena.

Annunci
0

Approccio evoluzionistico: lascia decidere a lei

Nell’età della pietra le caverne non erano riscaldate e non davano le partite dei mondiali in televisione.
Tuttavia c’era un enorme vantaggio: tutto quello che ti veniva richiesto era portare a casa la cena.
E non doveva per forza essere un feroce orso.. andava bene anche un coniglio o un paio di pesci innocui.
Portavi lì la tua spesa e tutti erano contenti così.
D’altro canto la donna ha dovuto combattere per millenni con la belva più feroce e subdola mai vista nel creato:il marmocchio. Spesso più di uno. Basta osservare una signora alle prese con la sua prole per capire quanta astuzia e intelligenza richieda assolvere ad un compito così improbo.
Ne consegue che le donne si siano evolute sviluppando un acume e una furbizia che noi uomini nemmeno ci sognamo.
Per questo motivo è molto più saggio lasciar decidere a loro. Sicuramente avranno meno probabilità di sbagliare: sono più intelligenti, hanno più senso pratico.
Inoltre noi ce la prendiamo meno.. siamo maschi gregari quindi nati per ubbidire e .. si.. ci piace la montagna ma stiamo benissimo pure al mare.. basta che abbiamo qualcosa da mangiare e un letto per dormire.
Loro invece devono per forza farsi rispettare: se vogliono evitare che il moccioso dia fuoco alla capanna devono sapersi imporre.
Quindi rilassatevi e lasciatevi guidare come dei teneri cagnoloni

0

Approccio evoluzionistico: il maschio alpha

Non penso che l’uomo o la donna siano predestinati ad assumere determinati comportamenti a prescindere dalle circostanze.
Ritengo che questi siano mutabili in armonia con le esigenze evolutive della specie.
L’uomo è un animale sociale come il pollo o il montone.
Negli animali sociali si stabilisce il più delle volte una gerarchia.
Siete tranquilli, remissivi, accomodanti, non amate la violenza, vi piace starvene in disparte a coltivare i vostri interessi, ve ne fregate della carriera? Siete con ogni probabilità un maschio gregario: siete nato per obbedire e quindi il matrimonio è sicuramente una scelta adatta a voi.
Nell’età della pietra questo ruolo poteva sembrare un po’marginale ma nelle società evolute di oggi avete l’importante compito di preservare la pace, la tolleranza e il benessere.
Cercate di fare di necessità virtù e di coltivare la saggezza, la pazienza e la contemplazione.
Siete invece aggressivi, vi piace primeggiare, avere sempre ragione, fare carriera, competere, dominare?
Mi spiace per voi ma allora siete un maschio alpha.
La vostra funzione sin dall’antichità è stata quella di dominare: unire il gruppo in caso di pericolo o necessità.
Essendo un soggetto molto richiesto dalle femmine della vostra specie (forse anche perchè destinato a morire giovane) il matrimonio non è adatto a voi.
Che sia colpa di una malaugurata combinazione genetica o di vostra madre che vi ha viziato da bambini siete in pericolo: vi aspetta una vita di stenti e forse una morte prematura e violenta.
Potrete fare il politicante, il dirigente d’azienda, l’imprenditore: avrete comunque un sacco di guai, nemici, exmogli e amanti. Sceglietevi un bravo analista.
Dallo status di venerato capotribù, che avevate anticamente, il vostro ruolo al giorno d’oggi mantiene una qualche rilevanza solo nella catena alimentare.
Quello di essere il pasto principale per una specie molto più evoluta di voi: l’avvocato.

0

Ormai l’hai fatto. Rassegnati

Bene. Finalmente è finita la pagliacciata che ti è costata una fortuna e ha tediato parenti e amici.
Mesi di preparazione in cui la tua povera compagna ha sclerato organizzando nei minimi dettagli tutta la pantomima.
E’ persino dimagrita, si è lasciata torturare e depilare dall’estetista, ha dovuto risolvere complesse questioni diplomatiche su chi invitare e chi no.
E’ comprensibilmente stressata e intrattabile.
Quello che avevi sempre temuto è inavitabilmente avvenuto.
Sei un uomo sposato.
Non hai più alcuna speranza.
Tanto vale farsene una ragione: divorziare ti ridurrebbe definitivamente nella miseria più profonda, dormire per strada, cibarti di rifiuti, discutere con avvocati.
Non rattristarti: il matrimonio non è poi così male.
Questo blog ti fornirà utili consigli e strategie per poterlo vivere felicemente e con un po’ di ironia.